Arriva il freddo, tutti sotto le coperte!

Arriva il freddo, tutti sotto le coperte!

Con l’arrivo dei primi freddi è opportuno iniziare a scaldarsi adeguatamente quando si è a letto. Per fare ciò occorre scegliere la coperta o il piumino che faccia al caso vostro.

 

Tipologie di coperte

Sul mercato esistono tantissime tipologie di coperte ognuna con caratteristiche diverse. Le più comuni sono:  i plaid, i piumoni e le trapunte.

Plaid

I plaid sono coperte di dimensioni ridotte e adatte per il riposo come pisolini rilassamento sui nostri letti o divani. Possono essere realizzati in pail, cotone e lana. Ognuno di questi tre materiali si adatta ad una determinata stagione.

Poiché anche l’occhio vuol la sua parte, esistono tanti, plaid con foto da acquistare che danno quel tocco di vivacità in più all’arredamento del vostro letto o divano.

Piumoni

I piumoni prendono il nome dal materiale con cui vengono realizzati.

Solitamente vengono acquistati insieme ai copripiumini per evitare il contatto diretto con la pelle. I piumini più pregiati sono quelli con imbottitura con piume d’oca, se invece si vuol puntare al risparmio economico l’ideale è acquistare piumoni con materiale meno pregiato come le piume d’anatra.

Trapunte

Le trapunte, al contrario dei piumoni non hanno bisogno di coperture e di solito vengono utilizzate anche per decorare il letto.

La trapunta va acquistata più grande del letto in modo da avvolgere al meglio la persona mentre riposa. Questa tipologia di coperta può essere realizzata con diversi materiali : piume d’oca, ovatta in cotone, feltro, lana.

Quali sono le caratteristiche per giudicare una coperta?

Quando andiamo ad acquistare una coperta è necessario valutare prima una serie di caratteristiche:

  • Imbottitura
  • La grandezza, o meglio le dimensioni
  • Il calore che dà
  • La sensazione al tatto
  • Il materiale utilizzato

 

 I materiali

Ogni coperta a seconda del materiale con cui viene realizzata è ideale per una determinata stagione.

  • Cotone per le mezze stagioni
  • Lana o ciniglia per l’inverno
  • Lino per l’estate
  • Materiali sintetici
  • Tessuti alternativi
  • Cotone biologico

 

 

 

 

 

Scritto da: Raul Pica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *