Elettrodomestici fuori uso, come smaltirli

Elettrodomestici fuori uso, come smaltirli

Il grande vantaggio che abbiamo oggi è la possibilità di acquistare apparecchiature dalle mille funzioni a prezzi competitivi. Le tecnologie cambiano di mese in mese ma questo problema sorge quando avviene un guasto perché, è bene ricordarlo, gli elettrodomestici di ultima generazione sono ultraperformanti ma non indistruttibili.

Gli elettrodomestici dotati di display a led, funzionalità da navicelle spaziali e design esclusivi sono soggetti a guasti che mettono l’utente di fronte a una scelta: chiamare un tecnico di riparazione degli elettrodomestici o sostituire l’elettrodomestico?

 

Di fronte ad offerte concorrenziali e a costi di riparazione elevati, a volte la soluzione più conveniente è sostituire l’elettrodomestico con uno nuovo ma pochi cittadini sanno come provvedere allo smaltimento di quello guasto. In Italia numerosi comuni hanno adottato delle guide e dei provvedimenti volti ad ottenere uno smaltimento ecosostenibile dei rifiuti ingombranti o dei RAEE (rifiuti elettrici ed elettronici) frigoriferi in disuso, lavatrici e televisori rotti, climatizzatori guasti e tanti altri elettrodomestici destinati allo smaltimento.

 

Il Comune di Pozzuoli, ad esempio, ha messo in atto delle misure volte ad evitare che le carcasse degli elettrodomestici (piccoli e grandi) vengano abbandonate per strada. La misura principale sta nell’adozione di un numero verde, attivo dal lunedì al venerdì, al quale i cittadini di Pozzuoli possono rivolgersi per il ritiro gratuito (su prenotazione) dei rifiuti ingombranti e dei rifiuti RAEE.

Il Comune di Pozzuoli, inoltre, ha messo a disposizione dei cittadini una guida in formato cartaceo e digitale scaricabile qui  dove viene spiegato in modo chiaro ed esaustivo come procedere allo differenziazione dei rifiuti e allo smaltimento degli elettrodomestici.

 

Le procedure di smaltimento sostenibile dei RAEE e dei rifiuti ingombranti sono dei fattori chiave per il riciclaggio delle componenti degli elettrodomestici rotti o in disuso. La frequenza con cui vengono sostituiti, infatti, è in costante aumento e non è possibile accumulare per strada montagne di elettrodomestici ingombranti. Riparare il vostro elettrodomestico è la soluzione migliore per ridurre questo trend ma quando è arrivato il momento di sostituirlo non dimenticate di affidarlo al  personale addetto: è un servizio gratuito quindi hai soltanto da guadagnarci.

Scritto da: Marco Basile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *