Come caricare correttamente la lavastoviglie: alcune regole

Dal caricare le stoviglie in posizione stabile fino al separare tra loro gli elementi. Andiamo a scoprire insieme quali sono le tecniche principali per caricare la lavastoviglie in modo corretto.

0

La lavastoviglie è un elettrodomestico fondamentale all’interno delle nostre case, ma spesso è soggetto a danni e a malfunzionamenti. Ci sono varie cause alla base di tali di questi problemi, ma tra le più frequenti rientra senza dubbio l’errato caricamento delle stoviglie. 

Le modalità di caricare i piatti, i bicchieri, le posate o le tazze all’interno dell’elettrodomestico variano da persona a persona. C’è infatti chi inserisce gli elementi in maniera ordinata e in fila e chi invece tende a riempire solo la parte più esterna. In realtà, non c’è una modalità standard di caricamento valevole per tutte le lavastoviglie, dato che i modelli differiscono tra loro anche nella struttura. Tuttavia, è importante conoscere alcune regole che possono aiutare ad evitare eventuali danni. Andiamo a scoprire insieme quali sono quelle principali.

Perché è fondamentale caricare bene la lavastoviglie 

Perché è importante caricare bene una lavastoviglie? Perché oltre a mantenere un maggiore ordine e ad evitare una serie di danni, un giusto posizionamento degli elementi all’interno dell’elettrodomestico permette anche di risparmiare molto spazio. Un ulteriore vantaggi riguarda invece il risparmio di acqua e corrente elettrica: la lavastoviglie infatti tende a consumare molta meno acqua rispetto al lavaggio a mano. Ecco perché è conoscere alcune regole fondamentali per caricare in maniera corretta. 

Prima di capire però quali sono tali regole, è necessario menzionare alcune azioni preliminari molto importanti. Molte persone, ad esempio, tendono a sciacquare nel dettaglio tutte le posate o i piatti prima di inserirli nella lavastoviglie, ma può bastare anche solo rimuovere gli avanzi e lasciar fare il resto alla macchina. Un ulteriore consiglio è quello di guardare all’interno prima di inserire gli elementi, in modo da verificare la presenza di altri oggetti. Fatte queste dovute premesse, possiamo ora capire quali sono le principali tecniche per caricare correttamente la lavastoviglie. 

Caricare le stoviglie in posizione stabile

Per garantire un buon caricamento è necessario allocare le stoviglie in modo stabile, in modo da evitare un movimento eccessivo e garantire la loro integrità durante il ciclo di lavaggio. Così facendo infatti si potranno ottenere non solo stoviglie più pulite, ma sarà possibile anche ridurre al minimo il rischio di danni. 

Separare gli elementi tra loro

Durante il caricamento della lavastoviglie è fondamentale separare tutti i gli elementi inseriti. In particolare è opportuno mettere nella parte inferiore i piatti e le pentole, che necessitano di una intensità maggiore, mentre invece gli elementi che necessitano di una intensità minore, come ad esempio i bicchieri e le tazze, possono essere inseriti anche nella parte superiore. Inoltre, le posate devono essere posizionate con la testa all’insù, poiché in questo modo infatti otterranno maggiore acqua. È invece sconsigliato porre nella stessa posizione le tazze e i bicchieri: questi elementi vanno infatti posizionati con la testa in giù, in modo da conferire la massima stabilità ed evitare un ribaltamento durante il lavaggio. I piatti devono essere invece rivolti verso il centro, in maniera tale da esporli meglio all’azione dei bracci e rotatori.  

Svuotare l’elettrodomestico iniziando dal basso

Una volta terminato il ciclo di lavaggio è necessario svuotare la lavastoviglie. Questa operazione può essere semplificata aspettando che le stoviglie si raffreddino. Un ulteriore metodo per facilitare lo svuotamento consiste nel partire dal basso. 

Elementi da non inserire assolutamente nella lavastoviglie

Ci sono alcuni elementi che non possono assolutamente essere inseriti all’interno della lavastoviglie. In particolare, bisogna evitare di inserire pentole e oggetti in bronzo, poiché questo tipo di materiale rischia di deteriorarsi con il contatto con l’acqua. Inoltre, è opportuno evitare anche di inserire la moka e il servizio decorato a mano.

Fare attenzione ai bracci di lavaggio

Bisogna fare particolarmente attenzione agli elementi dotati di manici lunghi al fine di non bloccare i bracci di lavaggio. A tal proposito può essere molto utile verificare se i bracci siano liberi o meno. Per effettuare questa operazione è necessario avviare il ciclo di lavaggio dopo aver ruotato i bracci in senso orario. Se questi si bloccano bisogna disporre gli elementi nuovamente in una posizione che garantisca il libero movimento. 

Non sovraccaricare troppo l’elettrodomestico

Un’ultima regola fondamentale alla base del corretto utilizzo di una lavastoviglie è quella di non sovraccaricarla in maniera eccessiva. Così facendo infatti si rischia di trattenere eccessivamente i residui di cibo ed essere costretti a lavare tutto di nuovo, sprecando tempo e acqua. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.